Tipi di carte sul mercato attuale

Il clamoroso successo delle carte negli ultimi decenni ha facilitato la comparsa di nuove tipologie, pensate per scopi diversi come, ad esempio, il pagamento dilazionato degli acquisti o l'acquisto di prodotti su internet in completa sicurezza. Parliamo di carte di credito, che consentono di ottenere finanziamenti istantaneamente e di pagare l'importo di un acquisto in rate mensili, di carte di debito, utilizzate come semplice portafoglio collegato a un conto corrente e di carte prepagate, simili a quelle di debito, ma che richiedono il pre-caricamento di denaro e sono utilizzate, soprattutto, per gli acquisti online.

Qui di seguito le principali caratteristiche di ciascun tipo di carta:

Carte di credito:

Le carte di credito sono le più diffuse, superano di gran lunga le carte di debito. Principalmente sono utilizzate come sostituti del denaro per gli acquisti che facciamo in negozio, ma sono anche un mezzo di finanziamento che ci permette di avere un credito, da restituire o compensare successivamente. In sintesi, mentre le carte di debito e le carte prepagate sottraggono direttamente il denaro speso dal conto associato o dal saldo precedentemente addebitato, le carte di credito ci offrono la possibilità di ottenere prestiti (senza eccedere il massimo credito a nostra disposizione) ogni volta che vogliamo effettuare un pagamento e poi di restituire quei soldi alla fine del mese o in rate mensili.

L'uso delle carte di credito implica un impegno: il proprietario deve restituire il denaro preso in prestito alla data concordata e pagare gli interessi maturati dall'operazione. Pertanto, dobbiamo tenere presente che quando paghiamo l'importo di un acquisto con carte di credito o preleviamo denaro da un bancomat, ciò che stiamo facendo in realtà è ritirare una parte dell'importo della linea di credito e, pertanto, contraiamo un debito con la banca o con la finanziaria, mentre con una carta di debito il denaro è già sul conto corrente, cioè è già nostro. In questi casi, il denaro utilizzato dovrà essere restituito in un modo o nell'altro a seconda della modalità scelta: alla fine del mese senza interessi (viene restituito solo il denaro utilizzato), in rate mensili fisse, in rate mensili con una percentuale concordata di interesse o in un numero concordato di mesi.

Per quanto sopra esposto, si può concludere che le carte di credito, oltre ad essere un mezzo di pagamento come qualsiasi altra carta, sono anche un modo per ottenere finanziamenti in tempo reale. È possibile avere il saldo della linea di credito nello stesso momento in cui si effettua l'acquisto o si preleva, senza documenti o attese.

Queste sono le caratteristiche principali di ciascun metodo di rimborso:

Carte di debito:

A differenza delle carte di credito, le carte di debito hanno solo l'accesso al denaro posseduto dal titolare, vale a dire quello già contabilizzato sul conto corrente associato. Questo tipo di carta, quando si effettua un acquisto o si preleva denaro da un bancomat, addebita direttamente il saldo sul conto del cliente e viene immediatamente detratto. Consentono quindi solo l'utilizzo del denaro sul conto corrente; a volte la banca può autorizzare l'utilizzo di somme non coperte, da restituire con gli interesse. La differenza principale con le carte di credito è che queste sono collegate a una linea di credito e permettono al titolare di utilizzare fondi non ancora presenti sul conto, mentre con le carte di debito il cliente può spendere solo il proprio denaro. In questo senso, sono più sicuri perché non consentono al cliente di prendere in prestito denaro che non potrà restituire.

La funzione principale delle carte di debito è di pagare l'importo degli acquisti effettuati nei negozi senza contanti, che siano negozi online o negozi tradizionali, e prelevare denaro dal conto corrente associato come col bancomat. Hanno il vantaggio che, in generale, possono essere utilizzate in qualsiasi parte del mondo, sia per pagare gli acquisti che per prelevare contanti. Tuttavia, potrebbe accadere che una carta non sia accettata presso un bancomat o un POS estero. Inoltre l'utilizzo di carte di debito al di fuori degli sportelli automatici dell'ente stesso o il pagamento di un acquisto in valuta estera può comportare il pagamento di commissioni.

Le carte di debito sono un buono strumento per controllare le spese e non superare la capacità di consumo, dal momento che ci consentono di utilizzare solo i soldi che abbiamo sul conto corrente associato. Pertanto non è possibile indebitarsi, tranne in rare occasioni in cui l'ente autorizza le spese scoperte. Non sono previsti interessi per gli acquisti e i prelievi presso gli sportelli bancomat della banca stessa o di quelli di enti con cui la banca ha raggiunto un accordo preventivo. Prima di accettare una carta di debito, dobbiamo considerare le possibili spese che possono essere sostenute e il prezzo dei diversi servizi (manutenzione e rinnovo, pagamenti in altre valute, ecc.).

I prezzi dei servizi associati alle carte più comuni (rinnovo, emissione, liquidazione, ecc.) Devono essere inclusi nel contratto. Inoltre, le tariffe standard si possono trovare anche nel tariffario che ogni banca pubblica sul proprio sito web. È importante, prima di firmare il contratto per una carta, capire sia le sue funzioni, sia le commissioni che potremmo avere.


Carte prepagate:

Anche se le carte prepagate non hanno avuto la stessa diffusione delle carte di credito e di debito, è giusto sottolineare che sono riuscite a ritagliarsi una nicchia nel mercato, soprattutto tra i consumatori abituati a fare acquisti su Internet e, recentemente, anche tra i genitori che vogliono dare ai figli minorenni una carta, ma senza perdere il controllo sulle loro spese.

A differenza delle carte di debito, che sono collegate a un conto e consentono di utilizzare il denaro in esso depositato, fino a esaurimento, e a differenza delle carte di credito, che consentono al titolare di utilizzare fondi che non sono propriamente suoi, ma della banca che ha concesso la linea di credito associata, le carte prepagate sono indipendenti e richiedono una ricarica di denaro precedente al loro utilizzo. Vale a dire che il proprietario deve ricaricare la carta prepagata e il suo utilizzo è limitato al quanto è stato precedentemente caricato. Una volta esaurita la ricarica, la carta viene reimpostata su zero e non può essere riutilizzata fino a quando non viene caricata con altro denaro. È importante notare che il denaro utilizzato è prelevato dalla carta al momento del saldo della carta.

Il successo delle carte prepagate è dovuto al fatto che non essendo associate a un conto bancario sono più sicure rispetto al resto delle carte, poiché il loro uso è limitato al denaro precedentemente depositato dal titolare della carta e viene addebitata la giusta quantità di denaro utilizzata in ogni acquisto. In genere sì lascia la carta a zero se non è utilizzata, ma anche se la carta avesse un credito e venisse smarrita o rubata, le conseguenze non sarebbero drammatiche perché se una terza parte tentasse di usarla in modo fraudolento al massimo potrebbe spendere il credito residuo e non svuotare tutto il conto corrente.

Oltre alla sicurezza, le carte prepagate hanno altri vantaggi. Da un lato, molti clienti apprezzano l'anonimato offerto, poiché in molti casi non sono collegati a nessun proprietario specifico, ma sono al portatore. D'altra parte, ci permettono di controllare molto da vicino le spese fatte, dal momento che possiamo usare solo i soldi che abbiamo precedentemente caricato. Questo è il motivo per cui molti genitori lo considerano un'opzione per i loro figli, in quanto ciò evita loro di avere con sé denaro e allo stesso tempo possono sapere come spendono i soldi.

D'altra parte, negli ultimi anni molte attività hanno iniziato a commercializzare le carte prepagate come regalo. Fondamentalmente la carta viene attivata presso un negozio e caricata con una quantità di denaro e la persona che la riceve in regalo può usarla nello negozio stesso per acquistare ciò che vuole purché il suo valore non superi l'importo che è stato caricato, salvo pagare la differenza a parte.

Iscriviti alla nostra newsletter

Nome
Cognomi
E-mail
Genere
donna
Data di nascita
   
Paese
Seleziona i tuoi interessi:

TUTTO QUELLO CHE DEVI SAPERE

Quali sono le carte e per cosa servono?
Quali sono le carte e per cosa servono?
 
Tipi di carte nel mercato attuale
Tipi di carte nel mercato attuale
 
Operazioni che possiamo eseguire
Operazioni che possiamo eseguire
 
I vantaggi offerti dalle carte
I vantaggi offerti dalle carte
cartasicura.it

Confronto   -    Cosa sono?   -    Tipologie   -    Operazioni   -    Vantaggi

Trattamento dei dati personali  ·  Cookies Policy  ·  Norme antispam

Contáctanos en info@cartasicura.it

cartasicura.it © 2018 All rights reserved.